Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 068 GENI A NUDOFino a non molto tempo fa, non passava settimana che i giornali non dessero notizia della «scoperta del gene della…». Il gene dell’omosessualità, dell’aggressività, dei peli sotto le ascelle, del trasudo dei piedi. Bufale e non mancava chi cercasse di farlo notare, ma con poco successo. L’idea che la vita di ciascuno di noi potesse essere riassunta in una sequenza immutabile, fin dalla nascita, di nucleotidi ACTG – e quindi prevista nel dettaglio – ha preso piede (con la complicità cialtrona di molti scienziati, è bene ricordarlo) e sarà difficile ottenere un cambiamento virtuoso verso un modo di intendere il DNA più rispondente a criteri di scientificità.

Un bellissimo saggio come questo Geni a nudo, ripensare l’uomo nel XXI secolo, riconcilia con una visione razionale, si potrebbe dire scientifica, del difficile rapporto tra il dato offerto dalla ricerca genetica e la percezione che di esso si ottiene…

View original post 648 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 071 PIDDIU SARDU L'ABBANDONO DI DADEA E ALTRE STORIE DI ORDINARIA FOLLIATeatro gremito.

Si spengono le luci e il brusio in sala, lentamene, si attenua. Gli ultimi ritardatari, sempre loro, si avviano alle poche poltrone ancora vuote. Si apre il sipario.

Atto primo. Scena prima. Interno; un ufficio essenziale: scrivania con lampada e telefono, appendiabiti con colbacco di pelliccia e pesante cappotto spigato siberiano, sedia su cui è seduto Bersani. Il famoso uomo politico, cornetta in mano, parla con aria corrucciata.

 

View original post 1.314 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 070 BIOLCHINI E LE FIGURE DI VARECHINA ABBONAMENTO PER UN ANNONon so se sia vero, ma mi hanno detto che Vito Biolchini-Materassi, il famoso giornalista, ama particolarmente il Lirico e la lirica. Deve essere per questo che ha fatto l’abbonamento annuale.

Al Lirico?

 

View original post 683 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 043 ZEDDA A VIDEOLINA ATTENTI AL PICCIONEArriva la Befana e, come ogni anno, il Sole24Ore porta in dono la graduatoria del gradimento dei cittadini per i propri sindaci. Leggerla è più o meno come commentare la formazione della nazionale di calcio: nessuno ci capisce una mazza ma tutti si sentono autorizzati a parlarne, tanto tutto resta come prima e ci sentiamo come tanti Machiavelli, che per fortuna è morto e non può protestare.

View original post 958 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

SU TEMPIESU: IL MISTERO DI ORUNE

POST 1011 SU TEMPIESU IL MISTERO DI ORUNEFeste natalizie, belle giornate e voglia di campagna. Di archeologia, possibilmente seria, senza guide idiote che si dichiarano stufe della “solita minestra ufficiale che è monotona come lo studio dei cocci” (battuta vera, sentita nel corso di una visita ad un sito archeologico di immensa bellezza e significato).

Salgo in macchina la mattina, sul presto (che in periodo di ferie significa le nove del mattino) e mi appresto a percorrere i 200 km secchi che google maps dichiara separare il mio appartamentino dal sito di Su Tempiesu, a Orune. Continua a leggere

Pubblicato in Archeologia | Contrassegnato , | 1 commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 065 LUCA TELESU PUBBLICO E' COLPA MIAEra ora: il 2012 è finito e il 2013 si appresta a mostrarsi in tutta la propria beltà.

Al Pronti? Via!, una compilation di notizie succose: Rita Levi Montalcini crepa a 103 anni, scompare un altro piccolo aereo carico di Italiani in quel del Venezuela e Luca Telese annuncia trionfalmente la chiusura di Pubblico, il quotidiano appena cominciato, tre mesetti scarsi, e già finito! (Sì, è una citazione dotta ma bisogna essere datati come me per apprezzarla)

View original post 1.219 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 059 IL LIRICO SPIEGATO DA IOLa vicenda, tutto sommano minore, della nomina della nuova soprintendente del Lirico di Cagliari ha occupato, con una cerva virulenza, il dibattito politico cittadino. I motivi sono molteplici e, tra i tanti, ne cito due: la mancanza di argomenti importanti per criticare un sindaco scomodo e il gruzzolo di denaro pubblico veicolato dall’Ente. Uno dei risultati di questa campagna mediatica contro Zedda è la mancanza di una discussione seria su cosa sia davvero l’Ente Lirico e sui motivi per i quali sia stato usato come una clava per dare addosso all’amministrazione della città. Poiché nessuno ci ha ancora pensato e io sono persona notoriamente molto studiata, oggi il Lirico ve lo spiego me! Se siete interessati, cliccate su “Continua a leggere” e imparate, banda di ignioranti!

View original post 1.197 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 055 VITO BIOLCHINI MATERASSI E IL LIRICONon ricordate Sorelle Materassi? Peccato: un romanzo di Palazzeschi che illustra lo stato di chi vive in un mondo chiuso, facendo di esso tutto l’universo, con la pretesa di pontificare sui massimi sistemi affacciato alla finestra su un vicolo.

View original post 1.393 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 053 ARTEMIDOROUn amico ha aggiunto un pacchetto sotto il mio albero. Un libro, naturalmente, perché tutti affermano come farmi un regalo sia difficilissimo (ma non potrebbero evitarlo?) poi comprano un libro, che è sempre graditissimo e dimostrano nei fatti come la pretesa difficoltà sia una leggenda metropolitana.

Naturalmente non ho resistito e l’ho scartato, sostituendolo con un altro e rimettendo a posto il pacchettino: carta rossa e fiocco argento, una vera raffinatezza che sotto l’albero (rigorosamente artificiale ma anche un po’ sprecone per eccesso di luminarie) sta benissimo. Così ho provato il piacere sensuale di accarezzare il velluto di una carta Lux cream da 70gr/mq, perché Luciano Canfora oltre che un filologo coi controfiocchi è pure un raffinato.

View original post 786 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

fanculoAllora piccioccus, chi aveva ragione sulle vicende del Lirico? Vito Biolchini-Materassi e le sue gole profonde col clitoride chissadove, oppure il Blogghino che nessuno caga?

http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=657

Ecco la conferma che Zedda ha risposto alle domande del MIBAC, il quale guarda un po’, ha dato il placet, come avevo anticipato!

View original post 35 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

ap_ig_nobel_harvard_21Sep12-975x540Qualche giorno fa ho pubblicato un post su Marco Zurru, sociologo e docente universitario. Con tono ironico, lo segnalavo per l’Ig-Nobel (se non avete letto il post precedente, fatelo: non ho voglia di dire nuovamente cosa sia l’IgNobel) anzi affermavo come l’avesse vinto. Al secondo posto, aggiunsi, ecco la famosa Lilli Pruna.

View original post 1.316 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 051 IL DRAMMA DI QUIRRA I GIORNALISTICiò che accade attorno a Quirra è una delle tante storie sarde che nessuno racconterà mai. Non è una novità: per imbastire il racconto di una storia è necessario conoscerla e possedere strumenti efficaci per interpretare la realtà. Dunque bisogna studiare, informarsi e capire.

Diciamolo francamente: lo studio, il desiderio di informarsi e la capacità di comprendere la realtà non sono appannaggio della nostra intellettualità isolana. Gli scrittori raccontano favole, spesso e volentieri noiose, i giornalisti tutto fanno fuorché studiare e dotarsi della capacità di capire – sono in genere tanto ignoranti quanto supponenti – mentre coloro che, per mestiere dichiarato, dovrebbero insegnare le vie per accedere all’interpretazione della realtà, coltivano ciascuno il proprio minuscolo orticello, ben delimitato ché non si sa mai qualcun altro possa zapparci dentro.

Cos’è accaduto a Quirra, in due parole? Cos’è accaduto davvero?

View original post 1.331 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 049 SGUP CRIVELLENTI AL LIRICOE adesso chi glielo dice a Biol-Chinotto, il più famoso agrume biologico Dicchiagliari, che l’ho preceduto? Che ho fatto lo Sgup mentre lui era dedito alle pugnette linguistiche per le vie di Stampace? Vito si masturbava in sardo ed io, con i miei potenti mezzi di informazione, venivo reso edotto della clamorosa novità: che il Presidente dell’Ente Lirico (se non lo conoscete vi dico chi è: Massì Zedda, Sindigo Dicchiagliari) aveva mandato la lettera con la nomina del nuovo Soprintendente al Ministero e questo, guarda un po’, ha preso atto, ratificando!

TIE’!!!!!!

View original post 811 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 048 OGGI PARLIAMO DI SARASParecchi amici sostengono come la SARAS sia per me una vera e propria fissazione! Naturalmente è del tutto falso, così come non risponde al vero che assai spesso riceva commenti (che non pubblico, accusato di non essere democratico) del tenore: “Brutto pirla, oggi non hai ancora nominato la SARAS?» Quindi, per sfatare questa leggenda metropolitana, oggi ne parliamo.

View original post 1.130 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 047 MANGIARE QUIRRA SI PUO'Dopo la pubblicazione su FB, Fabio Ghigliè Lai mi chiede di fare altrettanto anche in questa sede. Accolgo molto volentieri la richiesta, impegnandomi a esprimere un commento, perché la situazione del PISQ, dopo tanto rumore mediatico, è approdata in una sede, il tribunale, in cui, agli interessi precedenti, si sovrappongono nuove esigenze derivanti dalle procedure dibattimentali. Mi ero ripromesso di attendere la conclusione dell’udienza preliminare per riprendere il discorso su Quirra, che pare evaporato dai media, ma credo che Lai abbia diritto ad esprimere la propria opinione, anche in questa piccola e trascurabile sede.

View original post 693 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 046 ZURRU IGNOBELNon sapete cosa sia il premio Ig-Nobel?? Davvero? Siete una massa di poveri ignoranti, meno male che ci sono io per istruirvi, banda di coglionazzi!Ecco qua:

«The Ig Nobel Prizes honor achievements that first make people laugh, and then make them think»

Non parlate inglese? Dio buono, forse siete irrecuperabili. Sarebbe a dire che : Il premio Ig-Nobel viene assegnato alle scoperte scientifiche che prima fanno ridere e poi pensare! Meglio specificare: parliamo di scienza vera e propria, non di pseudoscienza. Il premio, organizzato dalla rivista Improbable research  ha lo scopo di sottolineare come la scienza, assai spesso, si occupi di argomenti che a prima vista possono apparire assurdi (ma forse, sotto sotto, lo sono davvero) sebbene affrontati con metodo scientifico. Qualche esempio?

View original post 883 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 045 IMPARIAMO LA STORIA SARDA!Sentito cosa ci dicono in continuazione gli intellettuali sardi? Bisogna smetterla con la storia romanocentrica, tutte balle raccontate dai colonizzatori che affossano il nostro profondo essere sardi e portatori dell’antica e gloriosa Identità Sarda!

Ad esempio: possibile che non si parli mai del mitico Partito Sardo d’Azione? Ma lo sapete che è il più antico partito politico attivo del nostro paese? Ecco, a sQuola si parla di tutto ma del PSd’Az proprio no, mai: non dovremmo essere orgogliosi di aver dato i natali ad un movimento politico che ha sempre difeso l’Identità Sarda nel corso dei decenni? Che da sempre sostiene tenacemente gli interessi della Sardegna contro ogni ingerenza continentale?

View original post 823 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

CI SCRIVE FORICCA: UNA NUOVA IMPORTANTISSIMA SCRITTA NURAGGICA

Caro Boicheddu,

non ci conosciamo personalmente, ma spero che questa mia sia finalmente occasione di un incontro ravvicinato con te.

Sono la ex moglie di Peppi Mungetta, Foricca, con lo quale nonostante la divisione dei beni in parti disuguali, sono rimasta in ottimi rapporti.

Isse mi ha parlato molto bene di te. Ora che io e Peppi siamo divorziati , mi vuole più bene di prima, e sigomente non devo più badare né a lui né alla casa, ma solo alla metà del gregge che mi è toccata, quando porto le lumache al pascolo mi rimane del tempo libero e penso. Continua a leggere

Pubblicato in ArcheoloGGia, Puro cazzeggio, Scrittura NuraGGica | Contrassegnato , , | 1 commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 043 ZEDDA A VIDEOLINA ATTENTI AL PICCIONEPurtroppo ho già pubblicato il post sull’intervista di Lilli Gruber a Pizzarotti, così rischio di ripetermi. Peccato.

Sia come sia.

Dopo diciotto mesi di amministrazione, Zedda si sottopone all’immane fatica di recarsi a Videolina per rispondere alle domande di un pugno di giornalisti. Questi, da parte loro, si sforzano di dimostrare come la crisi profonda dell’informazione sia tutt’altro che uno stereotipo. Bella contrapposizione: da una parte un amministratore – e ottimo politico – che ripete ossessivamente, in ogni occasione, come i problemi di Cagliari siano il lavoro e la crisi profonda in cui versa la società; dall’altra il manipolo di persone che dovrebbe rappresentare il “quarto potere” e non riesce ad articolare domande decenti per cercare, come si dovrebbe per ruolo istituzionale, di pungolare il sindaco.

View original post 875 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

«Vieni in moto o in barella, ma vieni a Biella ma vieni a Biella, vieni a cena o a colazione perché Aiazzone ti piacerà»… ma come, non vi sovviene? Erano i tempi di Aiazzone e delle consegne in tutta Europa, isole comprese. Se non ricordate vuol dire che siete giovani, beati voi: io, che invece sono vecchio, me lo ricordo benissimo, anche se sono rincoglionito! Poi Aiazzone è crepato in un incidente aereo e l’azienda l’hanno rilevata altri, che anziché vendere mobili si sono dedicati ad un business parallelo, ma non è di questo che parliamo oggi.

Se Aiazzone non c’è più: perché dovremmo andare a Biella?

Ma come, non lo sapete? Naturalmente per visitare il nuraghe!

Come sarebbe a dire: «Quale nuraghe?» Devo dirvi tutto? Il nuraghe Chervu, naturalmente, che si trova per l’appunto non lontano dalla simpatica città: se non ci credete…

View original post 1.231 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 041 DUE PAROLE SUL LIRICOMa certo che ho detto più volte come non avrei più parlato del Lirico di Cagliari prima della fine della telenovela!! Infatti mica il titolo suona “Altre due parole sul Lirico”, oppure “Ancora due parole sul Lirico”. C’è scritto “Due parole sul Lirico” e si tratta di quello di Parma (che tecnicamente si chiama Teatro Regio di Parma).

Quindi i cantanti che hanno tanta voce quanti capelli,

View original post 878 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il blogghino di Gabriele Ainis

POST 040 DELIPERI CHIAMA E SE PER UNA VOLTA RISPONDESSIMOA cosa serve Il Manifesto? La domanda si potrebbe coniugare in un’infinità di modi diversi e non se ne uscirebbe facilmente. Se nessuno (o pochissimi) lo legge, si potrebbe rispondere che la risposta sta dentro di noi ed è di sicuro sbagliata.

Lo stesso dubbio ce l’ho per Il Manifesto Sardo, testata on-line che esprime, nuovamente, una serena inutilità. Il gran vantaggio della rete è la partecipazione – affare scomodo da gestire, certo, ma utile a far girare le idee – e i tenutari, se mi si passa il calembour, ne fanno orgogliosamente a meno! Probabilmente pensano a qualcosa di simile ad una “rivista” on-line, così, poiché le riviste non le legge nessuno, pensano che ciò sia positivo!

Mah…

Per fortuna Il Manifesto Sardo, perso Stiglitz (ed è un vero peccato) ha accolto Stefano Deliperi,

View original post 446 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento