ELEZIONI SPAGNOLE E IMBECILLI SARDI

di Gabriele Ainis

 

 

Zapatero le ha prese! Bene: qualcuno ne avrebbe potuto dubitare? Ha pagato scelte che si sono dimostrate critiche, soprattutto nell’indirizzo delle politiche industriali e di sviluppo economico, rivelatesi poco efficaci in occasione della crisi globale. Gli analisti, per ciò che può valere, preannunciano una sconfitta dei socialisti alle prossime politiche, con serie possibilità che il governo non ci arrivi e si vada ad elezioni anticipate. Zapatero, persona seria quanto può esserlo un politico non italiano, ha preannunciato la volontà di non ricandidarsi.

Un altro dato interessante è l’avanzata degli autonomisti, sia in Catalogna che nei paesi baschi, anche questo ampiamente prevedibile e previsto dagli osservatori.

Perché?

Semplice: stiamo parlando di due realtà fortemente industrializzate e vero motore dell’economia spagnola (la parte sana), per cui il voto esprime il desiderio degli spagnoli più ricchi di mandare a quel paese quelli più poveri: è in momenti di crisi che il peggio di noi, italiani o spagnoli che dir si voglia, appare alla superficie.

Dunque tutto regolare, comprensibile e in fondo documentabile: basta un poco di buonsenso che le cose sono chiarissime.

Bene: ci potreste credere? I secessionisti nostrani cantano vittoria! Come dire: visto gli spagnoli? Visto i baschi? Visto i Catalani? Loro sì che sono bravi, si vogliono affrancare dal giogo centralista di Madrid! Perché noi no?

Chi glielo spiega a questi cretini integrali che i suddetti baschi e catalani ambiscono a starsene per i fatti propri perché sono ricchi e non hanno le pezze al culo come noi? Che parliamo di qualcosa di simile al fenomeno della Lega Nord, movimento che rivendica la secessione in nome della poca voglia di continuare a sostenere il meridione disponendo di un’economia che, sulla carta, potrebbe andare assai meglio senza il peso del sud?

O in alternativa: possibile che i suddetti imbecilli non se ne rendano conto? Non gli bastano i risultati dell’ultima tornata elettorale che esprimono chiaramente la poca fiducia dei sardi nei confronti della pittoresca banda di scalzacani che continua ad agitarsi inneggiando alla Natzione Sarda con poco o nullo costrutto? Che non basta urlare sguaiatamente “Meglio senza pane che senza autonomia” perché la gente si precipiti a votare un Sale, un Cumpostu una Demuru o quel simpaticone di Doddore Meloni (che però ha combinato, a Cagliari, più di quanto abbia fatto la famosa cantante Ornella Vanoni a Milano)?

No, evidentemente no. Come lo scemo, di cui mi sfugge il nome, ma non vedo perché dovrei ricordarlo, che additava l’Islanda come esempio di paese indipendente da prendere, a suo dire, come modello! Vista l’Islanda? Visto come stanno bene? Visto che parlano islandese? E noi?

E quello che addita Malta? Visto Malta? Visto come fanno loro? E noi?

Ma questi idioti ci sono mai stati a Malta o in Islanda, hanno mai visto i dati di bilancio e gli indici macroeconomici di questi due paesi? Hanno idea di ciò di cui ambirebbero parlare?

Ma evidentemente no, sono solo poveri cretini che passano il tempo a riunirsi, autonominarsi intellettuali ed interpreti di un Popolo Sardo che esiste solamente nell’acqua sporca che si illudono di poter propagandare come cervello!

Cretini dotati di lingua e del sacrosanto diritto di esprimere la propria opinione, per fortuna, pertanto dovremo sopportarli con pazienza e serena rassegnazione.

Ma anche a segnalarne la palese idiozia: pare che i diritti costituzionali valgano per tutti!

 

gabriele.ainis@virgilio.it

266

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in PoLLitica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...