UTOPIA E PARS CONSTRUENS CULTURALE

di Sisaia Ossidiana

 

A cosa serve la cultura? A cosa serve la storia? Ognuno di noi ne ha una percezione diversa a seconda dell’età e della  formazione (culturale?) Chi ci governa, teoricamente, dovrebbe farlo usando la diligenza del buon padre di famiglia. Visti i tempi che corrono, ci si accontenterebbe di decisioni che siano le migliori per il numero più alto possibile di persone, con meno danni possibile per i restanti. E non il contrario. E’ una legge economica: il massimo risultato con il minimo sforzo.

E la storia che c’entra? Andare indietro nel tempo – e cioè dall’effetto risalire alla causa – permette di capire quali sono state le decisioni, o meglio, le scelte, i meccanismi e le combinazioni di variabili che hanno influito sul corso ed evoluzione della storia e che hanno determinato eventi negativi o positivi in senso evolutivo.

Se vogliamo, gli eventi positivi sono una derivazione del rettili-ano istinto di conservazione della specie in tutte le sue sfumature. Ed è quello che ha spinto i primi ominidi a tirarsi su, in piedi, per poter vedere più lontano. Da allora è passato qualche milioncino di anni, con il risultato che vediamo adesso.

La domanda ora è: ci sta bene così, o vogliamo provare ad accelerare il processo evolutivo? Questo, IMHO, è la spiegazione e lo scopo dell’esistenza della Cultura che attinge dalla Storia.

 

Anni fa avevo letto da qualche parte che nei Paesi Arabi produttori di petrolio non si pagavano tasse, anzi, parte degli utili venivano ripartiti tra i cittadini. Ora come ora non saprei come controllare tale notizia a parte una sommaria ricerca nel web. Vera o non vera la prendo per buona perché ha fatto scattare qualcosa nel mio sfinito neurone. Tale Pericle nell’antica Grecia fece fruttare il tesoro di Delo usandolo per abbellire e decorare la città di Atene rendendola quello che era, e di cui in parte si può godere ancora oggi, facendo impegnando a questo scopo i cittadini che venivano pagati per il loro lavoro: anch’essi godevano del tesoro.

In Italia (ed ovviamente anche in Sardegna) abbiamo un’infinità di Tesori di Delo: il nostro petrolio.

Chi ci governa dovrebbe avere le stesse qualità di Pericle: forse queste hanno permesso ai post-posteri di passare oltre l’emanazione della prima legge ad personam perché Pericle ha pensato prima al bene comune subordinato al proprio.

 

Per accordi con l’estensore del post, inviare eventuali osservazioni alla mail del bLLog

boicheddu.segurani@virgilio.it

236

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...