ARCHEOASSTRONOMIA NURAGGICA: QUALI ORIGINI?

di Desi Satta

 

Leggendo distrattamente il libricino di Massimo Vidale, A oriente di Sumer, ho trovato la riproduzione di un sigillo (1) proveniente da Susa (Iran) datato alla fine del IV millennio a.C. che ha immediatamente attirato la mia attenzione.

Da tempo, infatti, mi chiedevo quali fossero state le origini dell’ArcheoASStronomia NuraGGica, disciplina scientiFFica che ha dimostrato tutta la propria validità a seguito della clamorosa scoperta del metodo utilizzato dai NuraGGici per ruotare i nuraghi dopo averli costruiti, così da volgere l’ingresso verso la costellazione del Sirbone (Roberto Koroneu ci ha illuminato in merito proprio in questo bLLog).

Poiché l’ ArcheoASStronomia NuraGGica basa la propria tecnica di indagine sull’uso della carota, mi ero spesso domandata se ciò fosse davvero un’innovazione introdotta (è il caso di dirlo) da un famosissimo ArcheoASStronomo sardo contemporaneo, oppure derivasse da una prassi investigativa messa a punto in un passato più o meno remoto.

L’osservazione del sigillo taglia definitivamente la testa al topo: furono le popolazioni dell’asia meridionale ad accorgersi per prime della rilevanza dell’uso della carota, adoperando tale tecnica per orientare astronomicamente le suckkurat verso la costellazione del Cetriolo di Mare (2). Successivamente, i furbi Sumeri, stanziati ad ovest, ne imitarono il comportamento orientando le Ziqqurat verso la tramontalba di Mercurocromo al solquinozio d’Instate e gli sherdanu, infine, insegnarono ai NuraGGici come ruotare le torri verso il Sirbone.

Interpretiamo il prezioso reperto:

(A) – Un arciere del IV millennio c a.C. che impugna un arco sherdanu (riconoscibile dal simbolo della forma di pecorino inciso sull’impugnatura) minaccia un archeologo del XXI sec d.C. (B) impegnato a nascondere una tavoletta bronzea dell’VII sec d.C. sulla quale uno scriba sherdanu del XVI sec. a.C. ha inciso il nome di Yahwhé.

(B) – L’archeologo, con la capigliatura new age, cela furtivamente la tavoletta di forma oblunga con la mano sinistra, mentre alza la destra in segno di pace.

(C) – L’ ArcheoASStronomo, in posizione detta Ad Angolo Retto (AdAR), adopera la carota per un’accurata misurazione dell’orientazione del tempio di Babaj (suckkurat E). Come si potrà notare, la carota sporge per almeno 40 cm dalla propria sede naturale. Lo scienZZiato spinge la suckkurat per orientarla nella direzione voluta.

(D) – Un ArcheoASStronomo apprendista, attende pazientemente col sedere nudo la fine delle complesse misurazioni. La testa non è rappresentata come metafora dell’inutilità dell’uso della stessa nella pratica ArcheoASStronomica. Infatti, non appena l’ ArcheoASStronomo (C) avrà concluso il proprio compito (con molta calma) l’apprendista riceverà il prezioso strumento di misura per ulteriori rilevamenti senza necessità di adoperare la testa.

(E) – La suckkurat di Babaj viene rappresentata come un nuraghe e contiene un’interessante iscrizione in nuraGGico arcaico; è noto infatti che i nuraGGici insegnarono la scrittura agli abitanti di Susa orientando le vocali verso l’equistizio di primautunno e le consonanti verso il solnozio di estaverno. La famosa paleografa Otarpa Bonnadella, dopo aver consumato i fagioli con le cotiche tipiche del carnevale emiliano, l’ha decifrata come segue: Shit-prot-prot-shit-shit (trad. Yahwhè ti dice: “usa un bulldozer, pirla!”).

Evito di citare l’interpretazione degli paleografi, perché mentono spudoratamente rifiutandosi di ammettere verità così lampanti.

Il sigillo dimostra, dunque, come i NuraGGici avessero sviluppato l’ ArcheoASStronomia nel IV millennio a.C. recandosi anche in Asia per insegnarla agli abitanti di Susa, dai quali i Sumeri copiarono spudoratamente.

 

desi. Satta2@virgilio.it

228

 

(1) Massimo Vidale, Ad oriente di Sumer – Carocci 2010, pag 59

(2) E. Salgari – I pescatori di Trepang

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Puro cazzeggio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...