UN DURO COLPO PER LA BARONIA ARCHEOLOGICA

dI Peppi Mungetta (*) 

Caro Boicheddu,

prima di tutto ti ringrazio perché accogli il mio sfogo nel tuo bLLog. Sono disperato e non so più dove sbattere le corna delle mie lumache.

Tu sai che allevo le lumache e la condizione di noi allevatori sardi è critica. Io, poi, sono anche condizionato dal fatto che non posso andare a protestare e a bloccare gli aeroporti, perché con le mie lumache ci metto un mese per arrivare ad Elmas e due ad arrivare ad Olbia, e una volta che arrivo io tutti se ne sono già andati. Rimango solo con le mie lumache, poverine, che sono spaesate e non sanno dove andare, si mettono anche a piangere e i turisti scambiano le lacrime con la bava e ci cacciano via a calci.

E poi il latte di lumaca non è protetto da nessun vincolo di qualità, abbiamo i cinesi che importano il latte in polvere e fanno il formaggio Lumachino che sembra il nostro e costa un terzo, così ci stanno facendo andare nel culo tutti quanti. Chissà cosa pensano alla regione, ché nessuno si preoccupa e noi rischiamo di chiudere tutti gli allevamenti: lo capiranno che le lumache sono fondamentali per l’economia dell’isola?

Però non è per questo che ti scrivo; mi è capitato ben di peggio ed ho bisogno del tuo aiuto.

Ieri un gruppo di strani tipi è arrivato al Lumachile e ha cominciato a guardarsi attorno. Io mi sono insospettito perché erano davvero strambi, tutti col GPS in mano (uno veramente non è che lo tenesse in mano…) ed uno di essi con un grande vaso da notte appiccicato al sedere con un’imbragatura. Non ti dico una donna che si accompagnava a loro (credo fosse una donna, ma non posso giurarlo, ricordava la moglie di Fantozzi quando esce dalla lavastoviglie) che appena arrivata ha cominciato a leggere i ghirigori delle lumache e pretendeva ce io le facessi stare ferme perché diceva che se si spostavano in continuazione non riusciva a decifrare per bene il nome di Yahwé.

Però sto divagando, perché il motivo della mia lettera è ancora un altro.

Mentre cercavo di spiegare alla donna (però adesso che ci penso la chiamavano Otarpa… è un nome da donna? Non è che era una scimmia ammaestrata?) che se proprio era interessata potevo regalarle tutti i gusci delle lumache accatastati dietro casa, un tanghero con una t-shirt dove c’era scritto “Deu Pappu Autonomia e Derettu Internatzionali”, si è lanciato di corsa verso il cesso e ha cominciato ad urlare come un forsennato!-

Tu lo sai che al Lumachile abbiamo il cesso fuori casa, ché le fogne non ci sono e il pozzo nero neppure, insomma questo e andato al muntronaxiu e ha trovato un bronzetto nuragico. A me non è che sembrasse proprio un bronzetto, anche se non ne ho mai visto uno da vicino io me li aspetto diversi, però questo qua era proprio convinto e continuava a gridare che ero un disgraziato, un complice della Baronia (che io proprio questa Tzia Baronia non la conosco, te lo giuro sulle corna delle mie lumache) e dovevo andare immediatamente alla Soprintendenza per denunciare il ritrovamento e farlo mettere al sicuro.

Io cercavo di spiegargli che era difficile che un bronzetto si potesse trovare proprio lì, in cima al mucchio di m… insomma in cima al mucchio, e che ci io ci ero passato non più di mezz’ora prima e ancora non c’era, quindi al massimo poteva star lì da non più di una mezzoretta, non un paio di migliaia d’anni. Non è che gli abbia proprio puntualizzato che quando sono arrivato non c’era, ma quando sono andato via…

Insomma, per fartela breve, questi qua hanno preso il bronzetto, l’hanno adagiato delicatamente sopra un pezzo di sughero e mi hanno minacciato di denuncia se non li avessi accompagnati in Soprintendenza per verbalizzare il ritrovamento e chiedere che il “reperto” (così lo chiamavano) venisse custodito con tutte le cautele del caso, ma soprattutto protetto dagli archeologi, che in Sardegna non fanno altro che andare a spasso per far sparire i bronzetti e tutto il resto, anche le Ziqqurat (ma poi me lo spieghi cosa sono le Ziqqurat? Hanno a che fare con i capezzoli?)

A quel punto non ci ho visto più, perché io per mangiare fatico tutto il santo giorno appresso alle lumache, che non saranno tutte come Mennea, ma non stanno un attimo ferme e hanno bisogno di cure continue, dei vaccini, delle visite dal veterinario… ma tu lo sai quanto costa una vista specialistica per un gregge di lumache? Figurati se potevo lasciare le bestie da sole per andare con loro, e poi era il momento della mungitura, che è un affare delicato perché adesso c’è in giro un’epidemia di mastite virale e bisogna stare attenti, mica potevo lasciare tutto nelle mani del servo pastore, ché quello non ha sufficiente delicatezza, è uno grezzo, non ti pare?

Così li ho accompagnati gentilmente fuori dal Lumachile pregandoli di lasciarmi svolgere in pace il mio lavoro. Quello con la t-shirt si è un po’lamentato perché non si potrà sedere per un paio di giorni, però sono stati tutti gentili e mi hanno salutato senza neppure voltarsi mentre correvano fuori dai co…. mentre andavano via allegramente.

Però, finita la mungitura, ho cominciato a preoccuparmi, perché guarda che quelli erano davvero strambi, e per rilassarmi ho acceso la televisione (al Lumachile ho un 77 pollici plus) e me li sono ritrovato tutti lì, con il bronzetto in mano, che rispondevano ai giornalisti durante una conferenza stampa!

Quello con la t-shirt, in piedi, chissà come mai, ce l’aveva con me e diceva che avevo tentato di fermarli per impedire che prendessero possesso del bronzetto, però non è vero, io non ho tentato di fermare nessuno.

Poi ha detto che erano andati alla Soprintendenza e i Baroni (che devono essere i figli o i nipoti di Tzia Baronia) gli avevano detto che quello non era un reperto interessante, che potevano pure tenerselo ed anzi che si sbrigassero ad andarsene perché stavano appestando tutti i locali del prestigioso ente per la protezione dei beni archeologici.

Quello diceva che era una congiura che io ero un complice e che non me l’avrebbe fatta passare liscia. Ha minacciato di aprire una petizione e di chiedere ad un famosissimo uomo politico di spingere un ministro ad interessarsi alla cosa.

A me sembra un’idea di merda: tu cosa ne pensi? Credi che dovrei preoccuparmi? Devo rivolgermi a un avvocato? Rischio di essere imputato per falsificazione di reperto archeologico?

 

Il tuo affezionatissimo,

Peppi Mungetta

 

Caro Peppi,

temo di essere ignorante in materia. Ciò che posso fare è pubblicare la tua urgente richiesta di aiuto nel nostro bLLog. Uno dei tre lettori istituzionali si prenderà senz’altro la briga di risponderti e darti un valido consiglio. Nel frattempo, allo scopo di evitare la reiterazione del reato, ti consiglio un astringente oppure, se non puoi evitare e lo stimolo fosse insopprimibile, un volo low cost alla volta di Milano.

Tuo, Boicheddu

 

boicheddu.segurani@virgilio.it

181

(*) editing G. Ainis

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ArcheoloGGia, Puro cazzeggio. Contrassegna il permalink.

Una risposta a UN DURO COLPO PER LA BARONIA ARCHEOLOGICA

  1. Maurizio Feo ha detto:

    Le chiocciole (perché si chiamano così, non “lumache”, che sono quelle senza una apparente casa, in quanto possiedono uno scudo protettivo piatto e non a forma di chiocciola) sono molluschi ermafroditi insufficienti. Questo significa che possiedono ambedue gli organi riproduttivi, maschile e femminile, ma non possono riprodursi da soli, bensì abbisognano di un altro individuo con il quale accoppiarsi e fare – contemporaneamente – da maschio e da femmina nell’atto riproduttivo.
    Non so bene perché scrivo queste righe: ne parlerò con il mio psichiatra. Forse è per incrementare un poco il livello scientifico di questo post (che mi sembra piuttosto escremenziale); forse per chiarire quanto il mondo dei molluschi abbia in comune con quell’allegra e varia brigata, (nella quale non ho riconosciuto alcuna persona reale, sia chiaro).
    Ho però il sospetto che le chiocciole si divertano il doppio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...