DEDICATO AI FANTA-X

di Giampaolo Loddo

 

Dovendo occuparmi della bassa manovalanza, ricevo personalmente le mail di insulti dei baldi difensori della “scienza non allineata”. Ma, dico io, non potrebbero allinearla? Annoverano nelle loro fila fior di allineatori e se la prendono con noi? Avanti, afferrino spavaldamente il GPS e guardino verso il cielo: le stelle sono innumerevoli, lucenti e intriganti, quelle del Mattino, della Sera, del pomeriggio inoltrato e dell’alba, per non dimenticare quelle del mezzogiorno della mezzanotte e delle undici meridiane o meno. Forse ne mancano? A volte si mettono anche a scrivere i post, in coppia (nessun riferimento a coloro che vanno in coppia per volere delle leggi dell’evoluzione, sia chiaro). Ovunque guardino, ne troveranno qualcuna che sorge e tramonta, si muove e si adatta graziosamente alle più svariate necessità, incluse le loro: non c’è che da provare con pazienza e, tra un tralcio e un pampino, una cancellata e un albanese, una Stella Serotina o Mattiniera, troveranno ciò che occorre. Suvvia, non se la prendano con noi (se la prendano e basta, ad esempio: in quale luogo è una loro scelta!)

Dicono che spesso li prendiamo per il sedere senza ritegno, tanto che alcuni di essi, dopo un fugace avvicinarsi a noi, si sono ritirati sdegnati sull’Aventino senza più farci oggetto d’uno sguardo che uno!

Ce ne doliamo, ahimè, sinceramente, ma non sappiamo che farci: il cazzeggio è la nostra ragione di vita e non potremmo farne a meno, neppure giustamente retribuiti. Nessuno ci ha provato, ovviamente, altrimenti saremmo spariti da tempo levando l’incomodo, se non altro siamo corruttibili con poco, pertanto eccoci a noi.

Oggi però si parla seriamente!

Ho trovato un testo fondamentale che, sebbene non recentissimo, ho letto con sommo piacere(1) e consiglio a tutti i Fanta-X che si rispettano: lo accolgano con gioia nelle loro immense biblioteche perché ne vale davvero la pena!

L’autrice è una sensitiva e il suo spirito guida si chiama Francine (che bel nome, evocativo di parigine trasgressioni nel secondo dopoguerra).

Di cosa tratta? Ma lo dice il titolo: l’isola di Pasqua, le Piramidi, i compagni invisibili dei bambini, Lemuria, Vampiri e Chupacabra (i chupa-chupa invece no, peccato) insomma di tutto e di più: se c’è un mistero, ecco che basta interpellare Francine ed ella, gentilmente e con immenso garbo disincarnato, fornisce la risposta.

Potevano mancare il Sacro Graal? La Sindone? La combustione umana spontanea? I Crop Circles? Gli anni perduti di Gesù?

E…

…dai che lo state aspettando: e Atlantide?

Ma certo che c’è, però l’amica Sylvia, che è nota in tutto il mondo ed ha venduto una marea di copie, non ha mai sentito parlare della Sardegna, così per lei, ma soprattutto per Francine, Atlantide nulla ha a che fare con la nostra bella e bistrattata (dai cretini) isola!

Non è un peccato? Niente Atlantide e fantascemi, niente torri nuragiche che svettano contro il cielo allineate con solstizi, equinozi, levarsi di Sirio e tramontare di Alpha Centauri (col ph, mi raccomando, ché noi siamo studiati!). Per non far cenno degli abitatori di diecimila anni fa dediti all’edilizia megalitica, e agli Sherdanu che nessuno può vincere, predatori dell’arca perduta, distruttori di Troia, di Micene, di Hattusas, e delle torri gemelle…

No, le Twin Towers no, non esageriamo, quelle le hanno distrutte altri, ma Francine non ce ne parla. Forse era distratta oppure si occupa di altri tipi di mistero.

Però un libro imperdibile, anche se non ci sono le macchine di sé stesse e lo spirito guida non ci illumina sulla costruzione delle torri, sulla misteriosa scrittura nuragica e sul paleocananeo. Ma perché? Perché non decifra neppure una misera cancellata? Una serratura? Una chiave? Una lattina di Coca-Cola o di Pepsi o anche semplicemente di Chinotto o Aranciata Puddu?

Insomma una lettura davvero intrigante, pagine di saggezza e perle di verità sulle quali non si può fare a meno di riflettere.

Ad esempio: ma perché non chiedere a Francine se davvero gli Sherdanu salparono sulle agili navi verso ovest a portare distruzione in oriente (medio) nel corso del XII sec. a.C.? Non potremmo mandare un telegramma a Sylvia pregandola di girare il quesito all’eterea Francine la prima volta che le capiti di sentirla?

Perché non chiedere ai Riformatori Sardi di interpellarla per risolvere definitivamente i misteri di Atlantide? Vuoi scommettere che costerebbe meno dei dieci milioni di euro previsti per Nur.At?

E che dire dello scandalo del Golfo dei Fenici? Come mai non è stato chiesto il parere a Francine?

E Massidda? Che ci sta a fare? Per cosa lo abbiamo votato se non chiama lo spirito guida per risolvere i pressanti problemi che ci affliggono e si rivolge invece ad un vero fantasma come Bondi?

Misteri, misteri, misteri, tanti, immensi, troppi!

Però abbiamo una strada tracciata da quel genio che è Sylvia B., dunque lancio una proposta (serissima): le mandiamo una lettera tutti assieme pregandola di investigare (ella e Francine) sui misteri nostrani? Vuoi vedere che i Fenici non esistono? E gli archeoscemi? Glielo chiediamo se esistono o no?

Ah, l’ultima squisitezza: il libro è dedicato a Dal Brown, per l’aiuto e il sostegno. Sì non è un refuso: Dal!

Lo conoscete??

Io no, e google neppure! Non è che sarà un amico con un nome per il quale vale la pena chiedersi: “Lo ha ringraziato perché qualcuno possa pensare ad un refuso e domandarsi se non si tratti di uno più famoso che non ha la “l” nel nome??”

Mah, mistero! Se solo ci fosse Francine

 

ventris.michael@googlemail.com

151

 

Misteri e segreti del mondo / Sylvia Browne ; traduzione di Daria Restani. – Milano : A. Mondadori, 2007

 

(1) Un’esperienza mistica che raccomando a chiunque: se avete problemi di intestino che non risponde al telefono, è molto meglio dello yogurth della bonazza televisiva di turno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Puro cazzeggio. Contrassegna il permalink.

4 risposte a DEDICATO AI FANTA-X

  1. Sisaia ha detto:

    Grazie Sig. Loddo.
    Il suo post arriva a risollevare le sorti del mio umore, molto basse a causa della chiusura del forum di AI( http://www.archeologia.com/forum/),uno dei pochissimi luoghi virtuali in cui si possa leggere qualcosa di sensato a proposito di quella intricata disciplina chiamata ArcheoloGGia.
    La ringrazio per la segnalazione, mancherò (= non ci penso neanche) senz’altro di leggere il volume in questione.
    Resta il problema dei 9 euro… che ci faccio? Mezza pizza o un vaso industrial size di capperi sott’aceto?
    Saluti

  2. Sisaia ha detto:

    Pardon, ho pasticciato con il link : http://www.archeologia.com/forum/

  3. exxworks ha detto:

    Tempi duri per le persone serie. Che vuol fare, cazzeggi con noi e non ci pensi troppo. Ci restano comunque le stupidaggini dei fanta-x per allietare le lunghe serate d’inverno.
    (Ma che prezzi avete dalle vostre parti? Da noi una pizza margherita costa ancora 4,50 €.)
    Boicheddu

  4. Sisaia ha detto:

    La ringrazio per il tentativo consolatorio, lei deve avere doti paranormali: pare ci sia in arrivo un’Apixedda carica di……..”estrusi” argillosi cotti al forno.
    Occhio e croce, materiale adatto per un Arkeo-Attack. Magari la signora Satta prima o poi ce ne omaggerà.
    Spero prima.
    Per la mezza pizza: vivo in un luogo in cui si ritiene di avere le stesse caratteristiche di un altro luogo a circa trenta km più a nord.
    Nel prezzo sono inclusi coperto e bibita……
    Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...