ABBIAMO VINTO!!!!

di Boicheddu Segurani

 

La Commissione di inchiesta sull’incidente del Mars Climate Orbiter ha stabilito che la ragione fondamentale della perdita del veicolo spaziale è stata il mancato uso delle unità metriche.

(Rapporto dell’Inchiesta della NASA sul disastro dell’MCO)

È verissimo: il satellite che doveva andare in orbita attorno a Marte per rilevarne il clima, si schiantò sulla superficie del pianeta poiché uno dei fornitori diede alla NASA alcuni dati espressi in Unità Imperiali Britanniche, mentre gli scienziati si aspettavano, ovviamente, che fossero espressi in unità metriche internazionali.

Una buona metafora della stupidità umana?

Sì, certo, ma non solo. Gli idioti che comunicarono i dati usando un sistema di unità di misura tipicamente anglosassone non erano solo terribilmente scemi, ma anche immensamente supponenti. Diedero per scontato che tutto il mondo non potesse fare a meno di usare le loro unità di misura.

Manie imperiali, si dirà, è forse non si è lontani dal vero, tuttavia dovrebbe far riflettere sulla mania tutta provinciale di porsi al centro del mondo, spesso senza alcun motivo che possa giustificarlo. Se non altro gli inglesi un impero l’hanno avuto veramente, mentre altri cretini si danno arie da imperatori con le pezze al culo, il che non è affatto incomprensibile.

Un buon esempio è l’analisi dei dati dell’ultima tornata elettorale in Sardegna, ed in particolare quelli delle provinciali.

Vediamo il contesto: si vota per eleggere un branco di burocrati inutili, poltrone create a suo tempo per sistemare parenti e trombati scomodi, robaccia da abolire quanto prima se non ci trovassimo in Italia. Qual è il dato evidentemente rilevante emerso dal voto? Che l’astensione è cresciuta di 12 punti percentuali. (Se poi si leggono bene i dati, l’astensione non è aumentata del 12% bensì del 18%, ma questi dettagli li lasciamo ai geni che posseggono la capacità di effettuare le quattro operazioni.)

Lo capirebbe anche un cretino: uno dei maggiori pericoli della nostra debole società italiana è che in troppi ritengono che votare sia inutile, o quantomeno non trovano un buon motivo per esercitare il diritto primario derivante dall’essere cittadini di un paese in cui dovrebbe vigere la partecipazione popolare alle decisioni comuni. Alle provinciali, su 1.476.800 aventi diritto hanno votato in 837.800 (57%), ovvero quattro persone su dieci sono rimaste a casa . Alle precedenti provinciali la percentuale dei votanti era il 68%. Poiché il corpo elettorale è aumentato di 22.000 unità, ci sono state 175.000 persone in più che non si sono espresse rispetto alla tornata precedente (appunto il 18% di coloro che si erano espressi!).

Ci si aspetterebbe insomma un commento sul tipo: “Prima di tutto dovremmo preoccuparci tutti del fatto che la gente non vada a votare. Per europei come noi, per la nostra cultura, è un guaio grosso. Certo, elezioni come questa hanno poco senso perché si tratta di esprimere amministratori locali impegnati evidentemente nell’occupazione di poltrone e gestione di centr(in)i di potere, però è assolutamente necessario discuterne: i cittadini devono tornare a votare!”.

C’è altro di rilevante in una consultazione elettorale in cui ci si combatte a suon di favori personali promessi/mantenuti per mediocri posizioni di potere da basso impero? Stiamo parlando di 175.000 persone da confrontare con le 993.000 che avevano votato la volta scorsa, mica noccioline!

Come no: ci sono le trionfali dichiarazioni degli indipendentisti /autonomisti esponenti di partiti che sembrano usciti dalla penna di un redivivo Mosca (non quello che faceva il comico calcistico, il papà, per chi se lo ricorda).

Nominarli? E come no: IRS, Rossomori, PSd’Az, MaluEntu, Fortza Paris. Bastano? C’è qualcuno che non li trova intrinsecamente ridicoli?

Sì, per fortuna sono pochi, ma i pochi sono terribilmente orgogliosi del risultato. Ad esempio il PSd’Az, che ha incrementato i suffragi.

Ma quando mai? Come diamine li leggono i dati? Credono di avere a che fare con dei cretini? Il pregiato partito azionista (che di Azionismo non ha un fico) è rimasto esattamente dov’era, al 3,3%! Sì, perché a me cittadino interessa sapere quanti sardi hanno votato per il PSd’Az, e sono esattamente il 3,3%, stessa identica percentuale della volta scorsa! Poi si potranno taroccare le percentuali facendo riferimento ai votanti, ma se la domanda è: ci sono più sardi che votano sardista? La risposta e: NO!

E il clamoroso risultato dell’IRS? Il partito che ha raddoppiato i voti? Ma che palle diciamo? Perché non si fanno i conti dei voti che vanno a finire nell’area generale dei politicomici che vogliono l’indipendenza? IRS conta 28.000 voti al posto dei 14.000 della volta scorsa? E di Fortza Paris che ne ha perso altrettanti non se lo ricorda nessuno?

La verità è che i voti autonomisti sono più o meno sempre gli stessi, cioè i sardi che votano da quelle parti, buttando i voti nel cesso, non crescono neppure in condizioni di forte crisi. Se un sardo è incazzato se ne resta a casa, non vota né per l’autonomia né per l’indipendenza: i sardi di autonomismo e indipendenza non ne vogliono sapere e, per una volta, hanno anche ragione!

Insomma, se neppure nel casino generale, tra un’opposizione che non esiste e una maggioranza sputtanata da frequentazioni incaute del presidente della ragione, l’autonomismo/indipendentismo prende quota: dove sarebbe la vittoria? In qualche migliaio di voti tirati fuori dalle percentuali come i sondaggi su face book?

Peccato che i signori indipendentisti siano come quelli che hanno dato alla NASA i dati sbagliati: leggono i numeri ma a modo proprio.

Vuoi vedere che oltre alla scrittura nuragica si sono inventati anche le quattro operazioni nuragiche? Dopo il lettore di fregi avremo anche il Matematicomico Nuragico?

 

boicheddu.segurani@virgilio.it

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...